Back School

Back School

CHE COS’E’ LA BACK SCHOOL    
PROGRAMMA TOSO

La “Back School”, letteralmente tradotta “Scuola della schiena”, è sorta per insegnare tutto quello che serve per prevenire e curare il mal di schiena e la cervicalgia; non è una semplice ginnastica per il mal di schiena, ma una vera e propria scuola.

Obiettivo della back School non è solo ridurre il dolore ma soprattutto rimuovere la causa che lo provoca. Siccome la maggior parte dei dolori è dovuta a insufficiente conoscenza della colonna vertebrale, posture e movimenti scorretti, stress psicologici, forma fisica scadente, la Back School si prefigge di agire su questi fattori di rischio.

Per una azione efficace e duratura, unisce i contributi della medicina, della cinesiterapia, dell’ergonomia, della psicologia e dell’educazione alla salute.

La Back School è in un certo senso rivoluzionaria perché permette di passare da un trattamento passivo ad un trattamento attivo, cioè rende il soggetto che soffre di lombalgia non più passivo esecutore di prescrizioni  mediche, ma attivo e cosciente protagonista del suo trattamento. Egli che è la prima persona interessata diventa anche il primo responsabile:

  • conosce la sua colonna vertebrale, com’è fatta e come funziona e sa qual è il meccanismo che produce il dolore;
  • usa correttamente la colonna vertebrale nelle posizioni e nei movimenti quotidiani;
  • conosce ed esegue regolarmente gli esercizi utili per prevenire e combattere il dolore;
  • sa effettuare i giusti compensi;
  • conosce gli esercizi utili per colmare le proprie carenze di mobilità, di elasticità o di forza;
  • per mezzo delle tecniche di rilassamento impara a gestire la propria ansia e le proprie tensioni;
  • completa l’azione preventiva con un corretto stile di vita e con la consuetudine a svolgere attività motorie.

Il soggetto così preparato acquisisce un atteggiamento di fiducia con la capacità di autogestire i suoi problemi di salute attraverso un impegno personale.

Il programma comprende numerose progressioni di esercizi: educazione respiratoria, educazione posturale, mobilizzazione, decompressione, stabilizzazione e potenziamento.
Ogni lezione comprende alcuni esercizi di ogni progressione: si parte dall’esercizio più semplice e facile e si arriva gradualmente, con il passare delle lezioni, a quello più difficile e complesso.
Nelle prime lezioni si dà più spazio agli esercizi di educazione posturale e respiratoria; nelle successive si insiste di più sugli esercizi di mobilizzazione, di potenziamento, di equilibrio e di coordinazione.
Il lavoro di gruppo ha molti aspetti positivi: è una attività socializzante, varia e non monotona come invece lo è la ripetizione di esercizi agli attrezzi. Il programma è reso divertente, vario ed efficace dall’uso di numerosi piccoli attrezzi.
Il soggetto, non più condizionato negativamente dal dolore, riscopre con piacere le funzioni di cui il suo corpo è capace.
Le lezioni servono non solo per consolidare i miglioramenti ottenuti ma costituiscono la preparazione atletica ottimale per le attività sportive perché permettono di aumentare le capacità fisiche di base.

 

martedì

  • Back SchoolCHE COS'E' LA BACK SCHOOL     PROGRAMMA TOSO La “Back School”, letteralmente tradotta “Scuola della schiena”, è sorta per insegnare tutto quello che serve per prevenire e curare il mal di schiena e la cervicalgia; non è una semplice ginnastica per il mal di schiena, ma una vera e propria scuola. Obiettivo della back School non è solo ridurre il dolore ma soprattutto rimuovere la causa che lo provoca. Siccome la maggior parte dei dolori è dovuta a insufficiente conoscenza della colonna vertebrale, posture e movimenti scorretti, stress psicologici, forma fisica scadente, la Back School si prefigge di agire su questi fattori di rischio. Per una azione efficace e duratura, unisce i contributi della medicina, della cinesiterapia, dell’ergonomia, della psicologia e dell’educazione alla salute. La Back School è in un certo senso rivoluzionaria perché permette di passare da un trattamento passivo ad un trattamento attivo, cioè rende il soggetto che soffre di lombalgia non più passivo esecutore di prescrizioni  mediche, ma attivo e cosciente protagonista del suo trattamento. Egli che è la prima persona interessata diventa anche il primo responsabile:
    • conosce la sua colonna vertebrale, com’è fatta e come funziona e sa qual è il meccanismo che produce il dolore;
    • usa correttamente la colonna vertebrale nelle posizioni e nei movimenti quotidiani;
    • conosce ed esegue regolarmente gli esercizi utili per prevenire e combattere il dolore;
    • sa effettuare i giusti compensi;
    • conosce gli esercizi utili per colmare le proprie carenze di mobilità, di elasticità o di forza;
    • per mezzo delle tecniche di rilassamento impara a gestire la propria ansia e le proprie tensioni;
    • completa l'azione preventiva con un corretto stile di vita e con la consuetudine a svolgere attività motorie.
    Il soggetto così preparato acquisisce un atteggiamento di fiducia con la capacità di autogestire i suoi problemi di salute attraverso un impegno personale. Il programma comprende numerose progressioni di esercizi: educazione respiratoria, educazione posturale, mobilizzazione, decompressione, stabilizzazione e potenziamento. Ogni lezione comprende alcuni esercizi di ogni progressione: si parte dall’esercizio più semplice e facile e si arriva gradualmente, con il passare delle lezioni, a quello più difficile e complesso. Nelle prime lezioni si dà più spazio agli esercizi di educazione posturale e respiratoria; nelle successive si insiste di più sugli esercizi di mobilizzazione, di potenziamento, di equilibrio e di coordinazione. Il lavoro di gruppo ha molti aspetti positivi: è una attività socializzante, varia e non monotona come invece lo è la ripetizione di esercizi agli attrezzi. Il programma è reso divertente, vario ed efficace dall’uso di numerosi piccoli attrezzi. Il soggetto, non più condizionato negativamente dal dolore, riscopre con piacere le funzioni di cui il suo corpo è capace. Le lezioni servono non solo per consolidare i miglioramenti ottenuti ma costituiscono la preparazione atletica ottimale per le attività sportive perché permettono di aumentare le capacità fisiche di base.   [wcs layout=full class="back school" layout=list]
    con Angela

    [sd_person name="Angela" subtitle="Direttrice ed Insegnante di Classica e Moderna" facebook="http://www.facebook.com/armonia.scuoladidanza" twitter="http://www.twitter.com/asd_armonia"] Inizia il suo percorso a cinque anni con la ginnastica artistica per poi a nove anni dedicarsi con passione allo studio della danza classica e moderna. Segue il metodo Royal Academy of Dance e studia fino al livello Advanced 2 superando tutti gli esami. Frequenta numerosi stage con ballerini professionisti specializzati in tecnica classica e moderna. Nel 2006 si diploma in Balletto Classico e insegna tutti i livelli. Nel 2010 approfondisce il lavoro tecnico col metodo Modern Dance Academy e insegna tutti i livelli. Nel 2012 si specializza in Postural Pilates Method diploma riconosciuto dal Coni. Nel 2017 si specializza in danza Moderna e Contemporanea, diploma CSEN riconosciuto dal Coni. Insegna danza nella provincia di Varese, Como e in Svizzera. Nel 2010 fonda la scuola di danza Armonia e ne è la direttrice. Ogni anno segue corsi di aggiornamento per insegnanti di danza. E' preparatrice agli esami e concorsi; organizza spettacoli, esibizioni, stage, masterclass in sede e fuori sede. Collabora con professionisti del settore.

    [divider marginbottom="0" margintop="10"]
    dalle 19:45 alle 20:45 (stretching e potenziamento-ballerine)